Mappa del sito
Ricerca veloce
camere libere
Localitą:
Da:
A:
Nr.:
Persona/e:
 
 

Da vedere a Brunico

Brunico - vivace ed al contempo a misura d'uomo. Nucleo storico e dintorni naturalmente agricoli. Brunico è assai varia! Una ricca offerta di passatempi, accogliente ospitalità, fiabesco mondo delle Dolomiti e Alpi Aurine e l'incontro tra cultura urbana e tradizione rurale aumentano il fascino di un soggiorno nella "perla della Val Pusteria".

 

Stadtplan

Piantina del centro storico di Brunico (con numerazione)

 Chiesa delle OrsolineLa Chiesa delle Orsoline (1)

Costruita agli inizi del XV secolo, in stile gotico. L'affresco della crocifissione di "Hans von Bruneck" sulla vicina porta cittadina fu rovinato nel 1758 quando la porta fu alzata per trasportare in Via Centrale una grande fontana. La Cripta delle Ursuline é la parte più vecchia di tutto l'edificio del convento, risale all 1410 ca.; il locale della cripta è quasi vuoto, ma pieno d'atmosfera - santificata dal silenzio secolare della quiete dei defunti.

 

 

 Cimitero di guerraCimitero di Guerra (2)

È uno dei più belli del suo genere - vi sono sepolti caduti di molte nazionalitá e confessioni del fronte dolomitico della prima Guerra Mondiale e caduti brunicensi della Seconda.

di più...

  
 Castello di BrunicoCastello di Brunico / MMM Ripa (3)

Il bel castello vescovile domina la città dall' alto di in colle e guarda sulle case del centro storico come se dovesse ancora proteggere i cittadini.

di più...

  
 Chiesa di S. Catarina

La Chiesa di S. Catarina (4)

Si trtova ai piedi del castello insieme al quale costituisce uno dei simboli della città - barocchizzata nel 1675 - bel campanile a bulbo con stemmi interessanti.

  
 Via Centrale

Via Centrale (5) 

Il centro storico che ha conservato in gran parte la sua impronta medievale e le quattro porte di accesso alla città con interessanti affreschi. La porta orientale, detta anche di "Unterrainer" ( 6. ) conduce in Via Ragen di Sopra ( 8. ), dominata dal Palazzo Sternbach ( 9. ). Li si trova anche La Colonna Mariana, un'opera dell'artista brissinese Michael Rasner (1661 - 1725), fu donata alla città nel 1716 da Anton von Wenzl, barone di Sternbach.

  
 Chiesa Parrocchiale

La Chiesa Parrocchiale (9)

Con il prezioso crocifisso di Michael Pacher e con l'organo Mathis, il più grande dell'Alto Adige, costruito nel 1983. Vicino alla Chiesa Parrocchiale nel Vicolo dei Molini trovate un Affresco.

  
 Museo CivicoIl museo civico (10)

Il Museo Civico di Brunico è stato inaugurato nel 1995 nelle antiche stalle della posta, restaurate e adattate, in cui nei secoli passati venivano accuditi i cavalli e parcheggiate le diligenze postali per viaggiatori

di più...

  
 Chiesa dello Santo Spirito

La Chiesa dello Spirito Santo (11)  

Una bella chiesa barocca, eretta già nel XIV secolo. Rappresentazione barocca del battesimo di Cristo di Francesco Unterberger (1707 - 1776)

  
 Chiesa dei Cappuccini

Convento dei Cappuccini (12)

La chiesa, nello spirito dell'Ordine, presenta un allestimento assai sobrio. Proseguendo sulla Via Dante al Bivio per Teodone, si trova uno dei più belli ed antichi Capitelli del Tirolo.

  
 Porta Floriani

La Porta Floriani (13)

In precedenza chiamata "lucchetto", ha un dipinto del pittore altoatesino Rudolf Stolz (1874 - 1960), che mostra S. Floriano, lo stemma di Brunico ed il fondatore della città: l'arcivescovo Bruno. nella Via Floriani si torva S. Floriano, un opera dell'artista brunicense Josef Bachlechner (1871 - 1923)

  
 Bastioni

Su Via Bastioni

Eduardo von Grebmer è nato a Brunico nel 1821. Nel 1861 venne eletto sindaco, e fu deputato al Parlamento di Vienna ed alla Dieta tirolese. Nel 1869 fu incaricato dall'imperatore come Capitano del Tirolo. Morì nel 1875 ed i cittadini di Brunico costruirono pochi anni dopo sui Bastioni un monumento in segno di gratitudine per ciò che aveva fatto per la città e per l'intera regione.

  
 Chiave di volta

Le opere di Michael Pacher

Michael Pacher (* 1435 nelle vicinanze di Brunico, + 1498 a Salisburgo) è stato un pittore e intagliatore austriaco sudtirolese.
di più...

  
 Museo etnografico

Museo etnografico a Teodone

Il Museo degli usi e costumi, il più antico dei Musei provinciali dell'Alto Adige, offre la possibilità di esplorare i diversi ceti sociali della società contadina sudtirolese degli ultimi secoli.
di più...

  
 Piramidi di terra

Piramidi di terra

Oggi le piramidi di terra di Perca sono un'attrazione assai nota della Val Pusteria e vengono visitate ogni anno da numerosissime persone. Da Vila di Sopra, vicino a Perca, le piramidi di terra sono raggiungibili in circa 45 minuti per un sentiero ben segnalato.
di più...

  
Chiesa Parrochiale di Gais

La Chiesa Parrocchiale di S. Giovanni Evangelista
a Gais

La Chiesa di Gais è una chiesa romanica di campagnauna ed una delle più antiche ed interessanti chiese in ambiente rurale di tutto il Tirolo. L'edifi cio, nonostante le molte modifi che successive, ha conservato il suo originario impianto romanico.

  
Castello Neuhaus

Castel Neuhaus

La storia di Casel Neuhaus è molto movimentata. Il castello fu eretto fra il 1241 ed il 1248 nel territorio che Kunigunde, sposa dell'imperatore Enrico II, aveva donato nel 1033 alla Diocesi di Bamberg. Nel 1130 questa diede in feudo il castello ai Signori di Tures (Taufers)...

di più...

  
Percorso Culturale

Percorso Culturale a Gais

Il percorso culturale.Gais conduce attraverso la Bachscheide a Castel Neuhaus ed invita a fermarsi ed a meditare. Lungo il percorso alcuni artisti hanno installato infatti delle opere con cui onorano delle grandi personalità che hanno vissuto ed operato a Gais.

di più...

 
 Museo dei Casci dei pompieri

Museo degli elmi dei pompieri a Gais

La collezione degli elmi dei pompieri a Gais é unica al mondo! Oltre 700 elmi di pomieri di tutto il mondo possono essere ammirati nel museo.

di più...

  

 

Webcam
     
Bollettino meteo
Come arrivare
Localitą
Iscrizione alla newsletter
E-Mail:

 
Aggiungi ai preferiti    |     Stampa la pagina    |     Partner    |     Impressum    |     Privacy    |     © Brunico Kronplatz Turismo    |     N. Part. IVA 00329130215